DONAZIONE DEL 13 DICEMBRE

La prossima donazione in sede sarà il 13 Dicembre. Apriamo sempre alle ore 7:00 per fare il turno e si comincia alle ore 8:00. Ricordo di venire a digiuno, il caffè lo potete prendere da noi, e bere molta acqua che diluisce il sangue e  la donazione sarà semplificata. Le pre-donazioni, cioè il prelievo che si fa per la prima volta, segue un turno parallelo a quello delle donazioni. anche quest'anno abbiamo pensato di regalare ai donatori la stella di natale o in alternativa un panettone. 

20181206_173823jpg

PROSSIME DONAZIONI

Si sta per concludere il 2018, anno ricco di avvenimenti e soddisfazioni per la nostra Sez. Avis.
Mancano ormai gli ultimi 4 appuntamenti per le donazioni (Vedi tabella) e poi ci proietteremo insieme a tutti i donatori nel nuovo anno.
A parte le date delle donazioni, presto comunicheremo una data in cui intendiamo, con tutti quelli che accetteranno il nostro invito, divertirci con il gioco più antico e classico del periodo di Natale: la tombola. Ricchi premi ma sopra tutto momento conviviale e occasione per distribuire i nuovi calendari da parete e tascabili.
Il 6 gennaio poi, per il secondo anno consecutivo, festeggeremo la BefanAVIS. 

47322301_2141348739514009_4897160077842055168_njpg

Pergusa


Enna

 Circa cinquanta volontari avisini, provenienti da tutta la regione, si sono ritrovati, a Pergusa, il  17 e il 18 novembre, per un corso di formazione, elemento ritenuto essenziale dall'Associazione, dal titolo; Gli strumenti del marketing e della comunicazione.

Un momento per rafforzare la comunicazione associativa in rete e l’immagine dell’Avis negli ambiti territoriali al fine di sensibilizzare alla cittadinanza attiva ed alla solidarietà sociale, veicolano la promozione attraverso la promozione sui social e il web.

“Dobbiamo creare- ha dichiarato il Presidente regionale, Salvo Mandarà – vicinanza con il territorio e coloro che potrebbero avvicinarsi alla nostra Associazione, incidere con politiche associative dentro le scuole. Siamo pronti per far nascere una rete comunicativa in continuo aggiornamento, che permetterà una condivisione delle attività regionali ed un confronto con le altre realtà”.

Presenza molto gradita, soprattutto dai giovani volontari, é stata quella del presidente nazionale , Giampietro Briola, che nel suo intervento, oltre a parlare della comunicazione in Avis nazionale, si è concentrato proprio su di loro. “Non é vero – ha dichiarato Briola- che i giovani sono il futuro dell’associazione, loro sono il nostro presente”. A tal proposito, Lucia Scala, coordinatrice regionale della Consulta, ha espresso la totale disponibilità dei giovani avisini per tutte le attività in cui verrà chiesta la loro partecipazione.   (Fonte Avis Regionale Sicilia)
La nostra sez Comunale ha partecipato all'aggiornamento con il Presidente Gaetano Sciara, la consigliera, Mariella Franzone e il nostro socio fondatore e collaboratore Nuccio Bambina.


Partecipanti-e-formatori-del-corso11443-300x200jpg   Foto Avis  Regionale Sicilia



48d16af7-97c2-4b7a-bd35-6b228ae2be2djpg
Gli strumenti del marketing e della comunicazione. Aggiornamento a Pergusa.

Presidente dell'Avis: «La donazione obbligatoria di sangue? Una provocazione»

Presidente dell'Avis: «La donazione obbligatoria di sangue? Una provocazione»

di MONICA COVIELLO

Gianpietro Briola, presidente nazionale, ha commentato la proposta di Salvini spiegandoci che «solo quando il gesto è convinto e spassionato può garantire una continuità, che è l’aspetto che più ci interessa»


«Una provocazione». Gianpietro Briola, presidente nazionale dell’Avis, ha liquidato così l’annuncio di Matteo Salvini, che ha dichiarato che il Governo sta valutando, insieme al ministero dell’Istruzione, l’ipotesi della «donazione volontaria obbligatoria» di sangue nelle scuole. Il vicepremier ha definito la donazione «una questione di sicurezza nazionale, perché se non lo raccogli lo compri e in altri Paesi non ci sono i controlli rigorosi come in Italia».

«Se deve essere una donazione, non può essere obbligatoria», ci spiega Briola.

«Chi viene a donare deve farlo in modo consapevole, responsabile e volontario, e ci possono essere mille motivazioni dietro la scelta di chi non vuole farlo. Inoltre, solo quando il gesto è convinto e spassionato può garantire una continuità, che è l’aspetto che più ci interessa». Perché, continua il presidente, «anche una sola donazione è utile, ma è la disponibilità periodica e costante a rappresentare un grande aiuto, perché offre una certa garanzia al sistema».

Un aspetto positivo nella proposta di Salvini, però, c’è. «Ed è l’attenzione delle istituzioni al problema della donazione di sangue. Esistono ancora, in Italia, periodi e regioni carenti sia di sangue che di plasmaderivati (medicinali prodotti attraverso processi di lavorazione industriale del plasma, indicati per il trattamento di patologie rare come l’emofilia di tipo A e di tipo B, di altre malattie emorragiche, delle immunodeficienze primarie e di patologie respiratorie ereditarie). L’Italia è al 55-60% di autosufficienza e per il resto dipende dal mercato mondiale dei farmaci».

Quello che Briola renderebbe obbligatoria, invece, è «la collaborazione tra istituzioni e associazionismo per la formazione e l’informazione dei giovani alla donazione. Allora sì che potremmo dare il nostro avallo e la nostra convinta adesione. Noi cerchiamo di farlo già da anni nelle scuole: se le istituzioni ci vengono incontro, tutti insieme possiamo collaborare ai buoni risultati di un “sistema Italia”. Che va a vantaggio di tutti».






Grazie a tutti!

Non ci sono parole per descrivere la felicità che proviamo quando aiutiamo qualcuno . è quello che continuano a dirci tutti i nostri donatori quando vengono a donare...prova anche tu la gioia di donare ! Ti aspettiamo Lunedì 5 Novembre ! Questa è la Partinico che vogliamo...la Partinico più bella e generosa capace di gesti preziosi che salvano la vita di chi soffre !

INTESTAZ. 1

INTESTAZ. 1